Perché indossare la mascherina è indispensabile?

03/08/2022 - Nella categoria I consigli del tuo farmacista

I consigli del tuo farmacista

Non ci sono prove scientificamente provate che l'uso di mascherine sia inefficace. Al contrario, recenti scoperte biologiche riguardanti l'ingresso del virus SARS-CoV-2 nei tessuti umani hanno evidenziato che non sono minuscoli spray, ma grandi goccioline, quindi indossare mascherine chirurgiche da parte di tutti garantisce un livello di protezione più elevato.

Secondo le raccomandazioni dell'OMS, dovrebbero indossare le mascherine:

  • persone affette da COVID-19 ;
  • persone sospettate di avere un'infezione da SARS-CoV-2 o di avere sintomi come tosse o starnuti;
  • persone che si prendono cura di persone affette da COVID-19 o persone sospettate di essere infettate dal coronavirus.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sottolineato più volte che indossare le mascherine non fa sempre bene alla nostra salute. L'OMS è preoccupata che le persone che indossano le mascherine si sentano al sicuro e quindi trascurino altre forme di protezione contro il coronavirus, come l'igiene delle mani e il distanziamento sociale.

Per molte persone, tuttavia, queste raccomandazioni si rivelano insufficienti. Come mai?

È noto che molte persone trasmettono l'infezione da coronavirus in modo asintomatico, il che significa che dovrebbero essere trattate come le persone contagiate e indossare le mascherine, ma non lo sanno perché non sanno del loro contagio.

Mascherine per il viso. Tutti le indossano, anche io.

"La raccomandazione ufficiale negli Stati Uniti (e in altri paesi occidentali) che il pubblico non dovrebbe indossare mascherine protettive è stata motivata dalla necessità di fornire un numero adeguato di mascherine per gli operatori sanitari", hanno affermato gli autori del rapporto, spiegando che le linee guida non avevano basi scientifiche. Gli ordini pubblici di indossare le mascherine nei paesi asiatici hanno contribuito, a loro avviso, ad un "appiattimento della curva di incidenza", che si dice sia la migliore prova dell'efficacia della copertura diffusa del viso.

Nel rapporto "COVID-19: Why We Should All Wear Masks - The Scientific Rationale" si legge che mentre la politica dell'uso diffuso delle mascherine non elimina certamente del tutto il risch io di infezione da coronavirus, può ridurlo. Perché non eliminare? Se non altro perché non tutti hanno la stessa mascherina di qualità, non tutti sono in grado di indossarla e usarla correttamente.

Naturalmente le mascherine chirurgiche e le mascherine FFP2, se indossate in modo improprio, non garantiscono una protezione completa. Ma se l'obiettivo è quello di "appiattire" la curva, bisogna abbandonare il pensiero binario in bianco e nero e guardare il problema in diverse sfumature di grigio. Le mascherine "non sono efficaci". Non possiamo permettere che l'ideale sia nemico del bene. E se la protezione parziale fornita da mascherine chirurgiche che perdono, o anche mascherine fatte in casa, riducesse la probabilità di trasmissione in misura simile a quella raccomandata (altrettanto imperfetta)?

Balistica delle goccioline di tosse e altri argomenti

"Tenendo conto della balistica delle goccioline di tosse e delle ultime ricerche sulla biologia della trasmissione del virus SARS-CoV-2 (che causa la malattia COVID-19), si può concludere che qualsiasi barriera fisica, anche fornita da mascherine mutaforma, può ridurre significativamente l'efficienza della diffusione del virus. "- scrivono gli autori dello studio, spiegando che il teorema di inefficacia della mascherina è errato sotto tre aspetti: nella logica, nella meccanica della trasmissione e nella biologia dei virus.

In che modo la logica parla per l'uso diffuso delle mascherine?

Come leggiamo nella relazione:

"Ovviamente, nessuna mascherine, che si tratti della mascherina FFP2 aderente approvata da NIOSH, di una mascherina chirurgica larga o di una mascherina fatta in casa, fornisce un'eccellente protezione (100%). Ma una protezione imperfetta non rende la mascherina completamente "inutile", proprio come un bicchiere vuoto non deve essere per forza vuoto: quando avrò sete prenderò volentieri un bicchiere d'acqua riempito al 60%. La mancanza di prove (protezione) non è una prova che la mascherine non protegga. Ma nel nostro mondo binario, in bianco e nero, il messaggio ufficiale è che le mascherine chirurgiche sono "inefficaci" potrebbero aver inviato il messaggio sbagliato: che sono assolutamente inutili. Purtroppo, a causa del dipinto in bianco e nero dipinto dai funzionari, la discussione su l'efficacia delle mascherine è stata soffocata, e con essa la possibilità di incoraggiare l'industria ad aumentare la produzione di queste misure protettive molto economiche".

Gli autori utilizzano argomentazioni anche nel campo della meccanica, analizzando attentamente il modo in cui i virus vengono trasmessi da persona a persona. A tale scopo, dividono le gocce che gli starnuti espellono in:

  • aerosol, ovvero gocce con un diametro inferiore a 10 micrometri, che possono aderire all'aria, essere trasportate dal vento, dalla ventilazione, distribuite liberamente negli ambienti;
  • goccioline spray, più grandi degli aerosol, con un diametro superiore a 10 micrometri, che raggiungono dimensioni fino a 100 micrometri. Queste goccioline sono state trovate negli studi e possono colpire una superficie a 1,5 metri di distanza durante la respirazione.

Tuttavia, come leggiamo:

Tosse o starnuti possono spararli come proiettili dalla bocca con una "velocità iniziale" di 50 metri/secondo (per starnuti) o 10 m/s (per tosse), e le gocce possono raggiungere fino a 6 metri di distanza. In tal caso, la suddetta “distanza di sicurezza” di 2 metri negli assembramenti potrebbe non essere sufficiente

In altre parole, gocce più grandi possono facilmente arrivare al naso, alla gola, alla trachea, ai bronchi e ai polmoni e agli aerosol, persino agli alveoli. Le mascherine chirurgiche professionali ci proteggono dalle goccioline che entrano negli alveoli. Secondo gli autori, qualsiasi barriera fisica protegge dall'assorbimento delle goccioline.

Gli autori dello studio hanno scoperto che le mascherine FFP2 filtrano il 99%. particelle di aerosol e mascherine chirurgiche quattro volte e mascherine fatte in casa: tre volte hanno ridotto il contenuto di goccioline di aerosol. È anche noto che nel caso di gocce più grandi contenute nella tosse, questa differenza sarebbe ancora più piccola.

Che dire della trasmissione di gocce da una persona che tossisce? "Anche una mascherine imperfetta può fornire una protezione almeno paragonabile agli effetti dell'intervallo raccomandato di 2 metri nel contatto sociale, lavarsi le mani ed evitare di toccarsi il viso", spiegano gli autori.

Come spiegano:

"Pertanto, le mascherine chirurgiche, forse anche il passamontagna, la bandana o il foulard fatto in casa, possono fornire una protezione migliore rispetto a quanto consigliato al pubblico in generale di non indossare le mascherine presentate da un funzionario del governo nel periodo iniziale dell'epidemia. Le mascherine FFP2 possono offrire poco maggiore protezione", vale la pena aggiungere che il CDC suggerisce l'uso di una sciarpa da parte degli operatori sanitari quando le mascherine non sono disponibili. Nella migliore delle ipotesi, possono aiutare (ricordarsi di buttarle via o lavarle dopo l'uso senza toccare la superficie esterna). Queste mascherine più semplici ed economiche possono essere sufficienti per appiattire la curva della malattia, forse poco, forse molto. È importante sottolineare che il loro utilizzo non toglierà i preziosi respiratori FFP2 agli operatori sanitari ".

8 miti sulle mascherine protettive

Ci sono molte informazioni contrastanti su Internet sulle mascherine per il viso e le loro proprietà. I fatti supportati dalla ricerca sono spesso soffocati da voci e miti scientificamente non supportati sui presunti pericoli delle mascherine. Sono davvero pericolosi? Sono per niente efficaci? Come dovrebbero essere indossati? Rispondiamo a queste domande e sfatiamo pericolosi miti.

Mito 1: Come indossare una mascherina per il viso non è importante

Ci sono molti modi di indossare mascherine per il viso per strada. Mascherine che coprono solo la bocca, troppo grandi e applicate a casaccio o addirittura infilate sul mento o appese a un orecchio, preparate "per ogni evenienza". Tuttavia, il modo in cui li indossi è estremamente importante. La mascherina dovrebbe coprire la bocca e il naso e aderire abbastanza strettamente al viso. Non deve essere così grande e sciolta da cadere sul nostro mento.

Mito 2: Una mascherina di stoffa non mi protegge dal virus

Le mascherine per il viso realizzate in un materiale - come il cotone - sono ad hoc per essere efficaci quanto altri tipi di mascherine, come le mascherine chirurgiche. Tuttavia, questo non si applica alle condizioni mediche. Inoltre, utilizzarle significa non utilizzare mascherine protettive inutilmente specializzate destinate agli operatori sanitari più esposti al contatto con il virus. 

Mito 3: E' meglio una mascherina con una valvola di respirazione

Infatti, la valvola di respirazione fa sì che la mascherina non protegga come dovrebbe. L'aria che espiri esce dalla valvola, insieme ai germi. Se sei stato in contatto con il virus e sei stato infettato, lo trasmetti tramite goccioline nell'aria espirata. Ecco perché è così importante coprire bocca e naso: la mascherina protettiva blocca le particelle che possono trasmettere la malattia. Se la tua mascherina ha una valvola di respirazione, non c'è barriera.

Mito 4: Una mascherina facciale ti fa inalare l'anidride carbonica in eccesso

L'informazione che indossare una mascherina per il viso per lungo tempo ti fa inalare una quantità significativa di anidride carbonica è uno dei miti più spesso riprodotti. Non ha basi nella ricerca scientifica. Le mascherine protettive sono sicure. Dopotutto, medici e altri operatori sanitari hanno indossato mascherine per ore prima di una pandemia, ad esempio durante interventi chirurgici lunghi e complicati. 

Le mascherine protettive sono progettate in modo che le particelle di anidride carbonica - molto più piccole delle particelle di coronavirus - possano penetrare liberamente attraverso di esse. Anche le mascherine respiratorie aderenti e altamente specializzate con filtri FFP2 consentono alle particelle di anidride carbonica di attraversarle e sono sicure per la salute.

Mito 5: Fornisco al corpo meno ossigeno attraverso la mascherina

È anche uno dei miti più popolari sulle mascherine per il viso. Gli scienziati affermano chiaramente che non ci sono controindicazioni per la salute nell'indossare la mascherina. Gli asmatici e le persone con altri disturbi respiratori possono tranquillamente usare le mascherine. Il mito secondo cui indossare una mascherina per il viso può ridurre i livelli di ossigeno nel sangue è stato sfatato da tempo. Sono progettate in modo che, se indossati correttamente, il flusso di ossigeno e anidride carbonica sia sicuro per noi.

Mito 6: Non ho bisogno di indossare una mascherina se ho avuto il coronavirus

Il tuo corpo produce anticorpi dopo che sei stato malato, ma non sappiamo ancora esattamente quanto tempo dura il tuo sistema immunitario. La ricerca mostra che può durare per 2-3 mesi e meno di un mese. Per la tua sicurezza e quella degli altri, indossa una mascherina, anche se hai già avuto il COVID-19.

Mito 7: Non ho bisogno di coprirmi la bocca e il naso se non sono malato

Non puoi dire se sei stato infettato dal coronavirus senza fare un test. Potresti essere sottoposto a COVID-19 in modo asintomatico e potresti infettare altre persone. Se sei o ti senti in salute e ti privi di questa barriera protettiva, che è la mascherina, aumenti notevolmente il rischio che il coronavirus entri nel tuo sistema respiratorio.

Mito 8: Non ho bisogno di praticare il distanziamento sociale e l'igiene se ho una mascherina

Le mascherine per il viso contribuiscono enormemente a ridurre la diffusione del virus e ad aumentare la nostra sicurezza. Tuttavia, non dovresti dimenticare di lavarti le mani frequentemente, di non toccarti il ​​viso e di osservare le regole del distanziamento sociale.

Le mascherine protettive aiutano a ridurre la diffusione del virus!

Molte informazioni false sulle mascherine per il viso possono spaventarci. Sono discussi anche nel contesto politico della libertà e dei diritti umani: qui le mascherine sono mostrate come un modo per controllare e limitare la libertà. 

Nel frattempo, si tratta della sicurezza di ognuno di noi. La ricerca è unanime: le mascherine per il viso sono efficaci nel ridurre la diffusione del coronavirus. Indossarli correttamente e seguire le regole di igiene e distanziamento sociale può salvare migliaia di vite.

Non aspettare che sia troppo tardi e aumenta la sicurezza tua e dei tuoi cari.